L’arpa d’erba (Truman Capote)

“L’arpa d’erba” è un romanzo breve di Truman Capote. È uno di quei testi in cui la voce del narratore, che qui è il ragazzo protagonista, Collin è molto costruita: la scelta delle parole e del linguaggio figurato è molto raffinata ed è proprio lo stile a dare unità al racconto. Collin ci racconta di quella volta che si rifugiò nella casa sull’albero con la zia Dolly, la serva di casa Catherine e altri personaggi che pian piano si uniscono. Ma nel mentre ci racconta anche di altri personaggi che abitano e che passano nel villaggio del sud degli USA in cui è ambientata la storia. Lo si potrebbe definire un romanzo corale, per il tocco con cui sono trattati i personaggi che compaiono anche per poche righe. Al di là della trama, sembra che il vero interesse di Capote fosse quello di delineare le caratteristiche di un micromondo, con un certo senso di nostalgia.

L’arpa d’erba del titolo , come ci viene spiegato in maniera circolare all’inizio e alla fine dell’opera, è un’espressione di Dolly, la zia con qualche problema mentale ma con una saggezza e una voglia di vivere libera e allo stesso tempo matura. È lo strumento che racconta le storie del luogo, è un rumore naturale che è allo stesso tempo portatore di cultura.

2 pensieri riguardo “L’arpa d’erba (Truman Capote)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...