Ci sono bambini a zigzag (David Grossman)

Vado subito al punto: il libro proprio non mi è piaciuto. Eppure le premesse erano buone: Nono riceve come regalo per il suo Bar Mitvah un avventuroso viaggio tra enigmi e sorprese, bello! Ma poi la narrazione è lentissima, i flashback che raccontano chi era Nono prima del viaggio non sono interessanti e soprattutto (ma non vi anticipo nulla!) le sorprese non sono poi delle soprese, il lettore ci arriva sempre prima rispetto al momento in cui Grossman ce le rivela…

Tutti i personaggi principali, cioè oltre al già citato Nono anche Felix, Lola, chi compare poco come il padre e chi viene solo nominato (ma è fondamentale) come Gabi e Zohara, avrebbero una storia interessantissima, dubbi, turbamenti, incertezze, slanci ma tutto rimane sulla superficie. Il tema dell’identità sarebbe fortissimo in questo romanzo, e non è casuale che quando è in treno, Nono trovi che la prima istruzione per fare partire il suo viaggio avventuroso sia quella di chiedere a un certo personaggio “chi sono io?”. Purtroppo nell’evidenziare quelli che sarebbero i punti di forza del romanzo devo però usare il condizionale, perché tutte le promesse e le premesse non vengono portate a un risultato coinvolgente.

Parlo per me ovviamente, già mi aveva deluso anche Qualcuno con cui correre , libro che avevo letto con le aspettative a mille, ma non riesco a capire che cosa possa piacere di David Grossman…

7 pensieri riguardo “Ci sono bambini a zigzag (David Grossman)

  1. Mi spiace ma non condivido le tue opinioni su Grossman. Ho letto sia Ci sono bambini a zigzag che qualcuno con cui correre e devo ammettere che mi sono piaciuti entrambi moltissimo e che, sopratutto il secondo, hanno influenzato moltissimo il mio modo di percepire la lettura. Se ben ricordo, devo dire che con Ci sono bambini a zigzag all’inizio ho dovuto aver fiducia nell’autore ma poi la vicenda mi ha travolto completamente. Mi dispiace che non ti sia piaciuto, può capitare comunque. Ognuno ha i propri gusti. Buona giornata
    Laura

    Piace a 1 persona

    1. Questione di gusti, ci mancherebbe! Però trovo che questo libro sia proprio scritto male, la stessa cosa non posso dire di Qualcuno con cui correre che non mi aveva preso ma che capisco che possa piacere. Fortunatamente ho molti altri autori da leggere oltre Grossman!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...